7 Marzo 2024

Cosenza, città incattivita e irriconoscibile. Il libro che non vorrei scrivere

Cosenza, fino agli anni ’70 almeno, era e appariva ai suoi abitanti una città, accogliente, vivibile, sotto la spinta del campanilismo, era considerata “la sola vera città della Calabria”. I pochi turisti e visitatori condividevano questo giudizio. Non aveva ancora l’Università, ma aveva il Liceo […]
6 Marzo 2024

Boccia e bocciati del PD

“Calabria: con Schlein PD verso il futuro, chi cerca di logorarla usa logiche del passato”. Queste parole perentorie sono state pronunciate un anno e più fa dal sen. Boccia, capogruppo e commissario per qualche tempo della Federazione calabrese. A lui va ascritto il merito di […]
4 Marzo 2024

Con l’odore della libertà i lettori arrivano

Non me ne vanto ma, essendo l’autore quasi sempre unico, ho piacere che le visualizzazioni, che sono il numero dei lettori, i commenti e le condivisioni siano aumentati in modo esponenziale. Ne sono lieto perché tutto questo conferma il successo stroncato da un manipolo di […]
4 Marzo 2024

Perché lasciare la Calabria con rancore?

Non so come definire questo scritto. Non credo che sia un articolo, almeno nella sua accezione corrente, non è un racconto personale perché la domanda che è il titolo non riguarda me solo, ma credo molte migliaia, forse centinaia di migliaia di calabresi. Si può […]
1 Marzo 2024

Il diritto alla verità appartiene a Israele e alla Palestina. E va difeso da tutti

È sempre difficile scrivere di Israele, perché con molte forzature si accusa chi lo fa di essere antisemita. Non lo è quasi mai, ma questo rende più forte lo stato di Israele e specularmente cattivi, terroristi, indegni i palestinesi. È ovvio che tra di loro ci […]
28 Febbraio 2024

Una crisi ignorata, una previsione di futuro occultata

Nonostante l’amarezza che il ritorno breve a casa mi ha procurato non posso cessare di amare la mia terra. Non ho l’autorevolezza dei grandi opinion leaders ma faccio un uso continuo e severo del cervello che il buon Dio mi ha dato, con in aggiunta, […]
28 Febbraio 2024

Franz Caruso, sindaco per esibire la fascia tricolore

Francamente scrivere un articolo sul sindaco ff di Cosenza Franz Caruso rischia di essere una bolla di sapone. Perché a migliaia sono arrivati a I Nuovi Calabresi commenti graffianti, tutti di delusione o peggio per una sindacatura che era stata votata, o da me non […]
27 Febbraio 2024

Il governo paga il primo conto in Sardegna

L’impressione che si ha è che Giorgia Meloni con il suo governo stia tirando troppo la corda. Lo indicano i risultati elettorali in Sardegna, ma anche la rissosità neppure camuffata con Salvini. Diamo per scontato che almeno una parte dell’informazione le faccia le pulci, talora […]
26 Febbraio 2024

L’Italia deserto dei diritti
Piantedosi fuori subito! Un ministro non è un questurino.

Ci lamentiamo che i giovani di oggi, i ragazzi soprattutto, ci paiono remissivi, disinteressati alla realtà – citando Galimberti “hanno perso il senso di sé” – depressi. Ed ora che da Napoli in su (è preoccupante il fatto che il resto del Mezzogiorno con la […]
23 Febbraio 2024

Giustizia negata, Giudice ricusato

Questo è un piccolo estratto dall’atto di ricusazione depositato al Tribunale di Roma. Vi risparmio le 10 pagine più allegati che in un paese civile comporterebbe un’azione disciplinare. Anche su questo gioca il club degli infedeli. Tutto quanto sopra conferma che è stato compiuto non […]
23 Febbraio 2024

Mani pulite: la corsa al peggio

Sul Corriere della Sera di pochi giorni fa, in una lunga intervista, Rino Formica, lucido novantasettenne già ministro ed esponente di spicco del PSI, ripercorre la storia della sua lunga militanza da Nenni fino a Craxi. Formica è sempre stato un autonomista convinto, non ostile […]
22 Febbraio 2024

Il Prefetto non “competente”, il cittadino soccombente

Una PEC inviata alla Prefettura di Cosenza che nega la competenza in ordine alla scalata ostile nei confronti della Fondazione Giuliani che di fatto – è la mia tesi non bislacca – chiama in causa istituzioni territoriali, logge massoniche deviate, interessi convergenti della ‘ndrangheta. Buonasera, […]
19 Febbraio 2024

Autonomia differenziata, per il conto salato rivolgersi ai “vastasi” della Calabria

Come era chiaro fin dall’inizio, e l’ho anche scritto, l’autonomia differenziata si farà perché la sua approvazione è la condizione perché la maggioranza sostenga, in un iter parlamentare lungo e pieno di insidie, la riforma costituzionale. È del tutto inutile urlare alla luna che così […]
15 Febbraio 2024

La giostra dei giornali che se liberi sono “un danno”. Per chi?

Anche se Mario Occhiuto – ma non solo lui tra chi pascola sui campi del potere – ritiene parole al vento ciò che scrivono i giornali, che in Italia proprio liberi e timorosi non sono, ma certo non hanno la museruola e le catene come […]
15 Febbraio 2024

Si scrive Villa Rendano, si legge città di Cosenza
– La caccia al cinghiale –

Quando ho deciso di scrivere questo articolo mi è venuto in mente questo titolo, che rivela il mio legame con la Maremma Toscana, terra di cacciatori che non amo particolarmente e di cinghiali, preda predestinata dei primi. Chiarisco per evitare equivoci che il cinghiale non […]
14 Febbraio 2024

Roma, fuga dalla mediocrità. Calabria, incontro con l’indegnità.

Un flash autobiografico solo come premessa di un articolo che parla di tutt’altro. Come è normale sia, con il trascorrere degli anni, ho sentito che il timore più grande era che la mia vita scorresse sui binari della “mediocrità”, nel senso di banalità, irrilevanza come […]
12 Febbraio 2024

Egregio senatore Occhiuto, caro Mario…

Egregio senatore Occhiuto, caro Mario, questa si chiama correntemente “lettera aperta” che ha un doppio significato, l’essere resa pubblica ma anche essere franca e non elusiva. Cominciamo da un breve cenno ai nostri rapporti nati casualmente con l’incontro per rispetto istituzionale al Comune per presentarTi […]
9 Febbraio 2024

Furto d’amore. È la colpa imperdonabile della Calabria oggi

Inizio con qualche imbarazzo quest’articolo, che segna la ripresa senza limiti della pubblicazione de I Nuovi Calabresi, con le parole che Enzo Tortora pronunciò in occasione del suo ritorno in TV al termine di una persecuzione giudiziaria per la quale magistrati superficiali e desiderosi di […]